NEWS NORMATIVE & SCADENZE MAGGIO-GIUGNO 2017

MERCOLEDI 31 Maggio


GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA: INVIO COMUNICAZIONE

A partire dal 2013 poi di seguito ogni anno dovrà essere inviata una comunicazione, al Ministero dell’Ambiente, sulla quantità di emissioni dell’anno precedente come riportato sul registro d’impianto. Questo vale solo per gli impianti fissi di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompa di calore con almeno 3 kg di gas e per i sistemi antincendio fissi contenenti almeno 3 kg di gas.
Il soggetto tenuto alla dichiarazione è il proprietario dell’impianto, almeno che egli non abbia delegato ad una terza persona l’effettivo controllo sul funzionamento tecnico dello stesso con un contratto scritto.

SCHEDE DI SICUREZZA ADEGUAMENTO ALLE MODIFICHE DEL REGOLAMENTO N. 830/2015

Fatte salve le circostanze che impongono al fornitore un aggiornamento tempestivo della scheda, previste nell’art. 31 co. 9 del regolamento Reach (nuove informazioni che possono incidere sulle misure di gestione dei rischi o nuove informazioni sui pericoli; rilascio o rifiuto di un’autorizzazione o imposizione di una restrizione), entro questa data i fornitori devono adeguare all’allegato II del Regolamento UE 830/2015 i contenuti delle schede di sicurezza di sostanze e miscele chimiche, fornite ai destinatari prima del 1 giugno 2015.

GRANDI IMPIANTI DI COMBUSTIONE – COMUNICAZIONE ANNUALE A ISPRA DI EMISSIONI TOTALI

Annualmente entro tale data i gestori dei grandi impianti di combustione dovranno comunicare all’ISPRA la quantità di emissioni totali.
Le modalità per l’effettuazione della comunicazione sono riportate sul sito
dell’APAT al seguente.indirizzo: www.apat.gov.it/site/servizi_per_l’ambiente_/grandi_impianti_di_combustione/

REACH – PREREGISTRAZIONE TARDIVA

Le aziende che hanno iniziato a produrre o a importare una sostanza soggetta a un regime transitorio in quantitativi compresi tra 1 e 100 tonnellate all’anno dopo il 1/12/2008 possono presentare una preregistrazione tardiva e beneficiare comunque della proroga dei termini. Anche i produttori e gli importatori di articoli con rilascio intenzionale di una sostanza soggetta a regime transitorio possono presentare una preregistrazione tardiva.
Le preregistrazioni tardive devono essere presentate:
· entro sei mesi dal superamento della soglia di una tonnellata all’anno, e
· non oltre dodici mesi prima del pertinente termine di registrazione.

Pertanto, le preregistrazioni tardive possono essere presentate entro il 31 maggio 2017 per le sostanze che devono essere registrate entro il 31 maggio 2018.

 

GIOVEDI 1 GIUGNO


CLP – PERIODO TRANSITORIO PER LE MISCELE CLASSIFICATE, ETICHETTATE E IMBALLATE IN CONFORMITÀ ALLA DIR. 1999/45/CE (RECEPITA CON D.LGS. 65/2003)

Fino a questa data non vi è l’obbligo di rietichettare e reimballare in conformità al regolamento CLP le miscele classificate, etichettate e imballate in conformità alla direttiva 1999/45/CE (recepita con D.Lgs. 65/2003) e già immesse sul mercato nella catena di approvvigionamento prima del 1° giugno 2015. Riguarda le miscele che sono a scaffale dopo il 1° giugno 2015 e fino al 1° giugno 2017, inteso come qualsiasi punto della
catena di distribuzione che non sia il magazzino del fabbricante /formulatore.

 

LUNEDI 05 GIUGNO


BANDO ISI INAIL 2016: CHIUSURA SPORTELLO PER INSERIMENTO DOMANDE

Dal 19/04/2017 al fino alle ore 18 del 05/06/2017 sarà possibile inserire
on-line i progetti, per verificare il raggiungimento del punteggio-soglia.


CONTATTATECI SUBITO PER MAGGIORI INFORMAZIONI
Tel 059 8384118 – Mail: cresco@crescosrl.it

 

Newsletter Cres.co

Area Riservata